Il Mondo delle Competenze e delle Abilità

Sempre più spesso, nel 21° secolo, si sente parlare della necessità di sviluppare “skills e competences”, e in particolare di garantirne una combinazione funzionale relativamente alla propria professione, carriera, o semplicemente per trovare lavoro.

E’ importante imparare e  sviluppare skills e competences  al fine di ottenere il massimo dalla vita quotidiana sia per quanto riguarda un impiegato, che  un job seeker, uno  studente, un  insegnante, o semplicemente se si è interessati a migliorare se stessi.

Quindi cerchiamo di saperne di più su questi due grandi termini che spesso incontriamo in diverse situazioni della nostra vita: Skills e Competences. Cosa sono? E qual è la differenza principale tra loro?

La competence è la capacità di applicare in modo appropriato in un determinato contesto (istruzione, lavoro, sviluppo personale o professionale) i risultati dell’apprendimento, o la comprovata capacità di utilizzare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e personale. La competence comprende anche aspetti funzionali, qualità interpersonali e valori etici.

Skill, invece, è la capacità di applicare la conoscenza ed utilizzare il know-how per svolgere mansioni e risolvere problemi.

(Terminology of European education and training policy, CEDEFOP)

C’è una sottile differenza tra skills e competences: le skills sono qualcosa che si apprendono in modo da essere in grado di portare a termine diverse mansioni lavorative, le competences, invece, possono incorporare le abilità, di conseguenza includono capacità e inclinazioni comportamentali, così come la conoscenza che è fondamentale per l’uso di un’ abilità.

Al giorno d’oggi nell’economia globale, le tecnologie digitali sono importanti fattori di innovazione, crescita nonché di riconfigurazione dei posti di lavoro.

Per vivere e lavorare in una società sempre più digitale è necessario sviluppare la capacità di utilizzare le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) chiamata digital competence. Questo tipo di competenza è supportata da abilità di base nelle TIC: l’uso del computer per reperire, valutare, conservare, produrre, presentare e scambiare informazioni nonché per comunicare e partecipare a reti collaborative tramite Internet.

(Terminology of European education and training policy, CEDEFOP)

Digital competence  è uno degli argomenti sempre più presente, che promuove nuove metodologie per quanto riguarda l’innovazione, l’istruzione e la pedagogia in Europa. Digital competence è un concetto multimodale e complesso, in continua evoluzione a passo con lo sviluppo dei media digitali, multidisciplinare per sua stessa natura. Negli ultimi 15 anni, la competenza digitale si è affermata come un concetto chiave nelle politiche di istruzione e di ricerca educativa.

In riferimento alle TIC, le competenze necessarie per utilizzare in maniera efficace le funzioni  di base delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione per reperire, valutare, conservare, produrre, presentare e scambiare informazioni, nonché per comunicare e partecipare a reti collaborative tramite Internet prendono il nome di basic ICT skills

(Terminology of European education and training policy, CEDEFOP)

A seconda del tipo di carriera e del settore professionale che  si sceglie, potrebbero esserci diverse competenze, abilità e conoscenze specifiche necessarie al proprio sviluppo. Tuttavia, queste competenze generali sono essenziali per una carriera lavorativa di successo.

Le basic skills sono le competenze necessarie per vivere nella società contemporanea: ascoltare, parlare, leggere, scrivere e fare conti.

Le New basic skills sono le competenze in materia di tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC), lingue straniere, cultura tecnologia, imprenditorialità e competenze sociali, organizzative e comunicative.

(Terminology of European education and training policy, CEDEFOP)

Basic skills e new basic skills insieme sono competenze chiave necessarie per sviluppare la conoscenza nella società contemporanea.

Per mantenere aggiornati gli elenchi delle competenze, sempre in linea con le tendenze del 21 ° secolo, è importante trattare di diversi  tipi di skills come ad esempio le emerging/new skills, che sono quelle abilità richieste in misura crescente per lo svolgimento di  mestieri e professioni, esistenti o nuovi. L’identificazione delle abilità emergenti o nuove è cruciale per prevenire carenze di competenze e di qualifiche, per favorire l’occupabilità dei cittadini e soddisfare i fabbisogni dell’economia.  

(Terminology of European education and training policy, CEDEFOP)

Come abbiamo già preannunciato ci sono anche competenze specifiche inerenti a lavori o interessi specifici.

Per esempio, diventano sempre più popolari le green skills: abilità e competenze necessarie per vivere, sviluppare e sostenere una società capace di ridurre l’impatto negativo dell’attività umana sull’ambiente. Esistono tre differenti tipi di green skills: generic green skills  aiutano a sviluppare azioni di sensibilizzazione o a dare attuazione ad azioni di efficienza nell’impiego delle risorse, all’eco-cittadinanza, ecc; specific green skills servono invece per dare attuazione a standard, processi per la tutela degli ecosistemi e della biodiversità, ridurre i consumi di energia, materie prime e acqua; highly-specilized green skills sono essenziali per sviluppare e implementare le cosiddette tecnologie verdi, tra le quali le energie rinnovabili, le tecnologie per il trattamento delle acque reflue e le tecnologie per il riciclo.

(Terminology of European education and training policy, CEDEFOP)

Gli ultimi 25 anni hanno visto grandi trasformazioni economiche in Europa, sia i cambiamenti fruttuosi dovuti alle di TIC sia la crescente globalizzazione, hanno portato ad una maggiore integrazione socio-economica . Le key competences e le skills del 21 ° secolo mutano, si sviluppano di continuo seguendo la crescente consapevolezza dell’impatto della globalizzazione in termini di fatturato complessivo ,lavoro e  riconfigurazione dei mercati del lavoro.

Per quanto riguarda il settore dell’occupazione è fondamentale soddisfare la mutevole domanda di qualifiche come prerequisito per una leale competitività . Le competenze chiave non sono solo relative all’occupazione, ma sono anche associate all’impegno civile e allo sviluppo della comunità in Europa.